Google
GARE 2006

GARE 2006
CAMPIONATO FIARC DEL CENTRO ITALIA (Abruzzo,Lazio,Marche,Umbria) Gara,tipo "Round3D",organizzata dalla comp. 12Tred, 29genaio2006,Vicovaro(Rm)

Primo Campionato Regionale FIARC per la 13MARS.
In questa prima gara di campionato si delineano subito le potenzialità del Vicaretti, alla sua prima gara da "ricurvista", e del "Cucciolo" Federico Stornelli, mentre Lino Di Renzo fa la sua una partenza "diesel".



--------------



CAMPIONATO FIARC CENTRO ITALIA 2006
(Abruzzo,Lazio,Marche,Umbria)


II° Gara, tipo "Tracciato", organizzata dalla comp. 12Hill, 12Febbraio2006, Palestrina(Rm)



In questa gara, nella quale, purtroppo, il cucciolo non è stato ammesso, (causa "sovraffollamento arcieri in gara"...) il Vicaretti non era al top (e si vede) mentre il CelanumPresidente risale piano piano la classifica, nello stile del "LongbowMan".


---------------------

CAMPIONATO FIARC DEL CENTRO ITALIA (Abruzzo,Lazio,Marche,Umbria)
II°Gara, tipo "Round3D", organizzata dalla comp. 11Meva, 12Marzo2006, Bevagna(Pg).


CLICK QUI PER LA CLASSIFICA

Questa è stata la gara delle sorprese: il presidente si è divertito più di tutti, soprattutto quando ha visto il suo piazzamento.
Il cucciolo anche ha conquistato il podio, ma nel complesso la sua prestazione poteva andare mooollto meglio, considerando il risultato del 3D precedente.
Il Vicaretti, scontento della sua ultima prova col ricurvo, ha gareggiato con l'Arco Storico (un vero manico di scopa, un arco da veri esperti) e si è reso conto che con quest'arco bisogna stare molto bassi con le pretese. Alla prossima riprenderà il ricurvo, staremo a vedere.
Ecco le foto della gara nel magnifico campo di Bevagna:
(clickare per vedere)

Lino

Peppe con l'Arco Storico


Federico, il Bravo Cucciolotto


Uno dei tiri della gara (stupendo)


------------------


Gara tipo Percorso, organizzata il 26/3/06, dalla compagnia 12HILL, Palestrina (Rm)
Quarta Gara del Campionato 2006 CLICK QUI PER LA CLASSIFICA

Si torna alla normalità.

La compagnia organizzatrice è la 12Hill del "Papetto", la nostra compagnia di "provenienza" ed il campo è quello che ci ha svezzati come arcieri, me per primo.

Il cucciolotto conferma il podio, il Vicaretti si dice soddisfatto ma secondo me andava meglio col LongBow)ed il Presidente anche è nella norma visto che le aspettative erano di superare il punteggio dell'ultima gara tipo "Percorso" e ce l'ho fatta (l'ultimo percorso risale a settembre 2005, totalizzai 106) e, com'è normale che sia, torno a sfangarla dalle posizioni mediobasse tipiche degli arcieri al primo campionato.

Quanto al Presidente: troppo scarso alla prima metà, troppo bravo alla seconda.
Prestazione tuttaltro che normale. BBah, sarà l'ora legale, fatto sta che fino a metà gara ero ancora a letto, tant'é che la macchina fotografica l'ho lasciata lì e mi spiace non poter inserire foto della gara che comunque è stata splendida. Il "Papetto" sa far divertire gli arcieri veri, per questa gara ha anche impiegato una zona del campo finora incontaminata, sembrava la foresta vergine, mancavano solo i viet-kong (con le cerbottane però, siate leali...).
Un'altra memorabile domenica "conarcoefrecceperboschi" dove se ci prendi è meglio ma non è IL meglio. IL MEGLIO E' ESSERCI!



------

Round 3d organizzato il 2/04/06, dalla compagnia 12ACOR a Fiuggi
Quinta gara del Campionato 2006 CLICK QUI PER UNA FOTO AEREA SUL CAMPO DI FIUGGI
CLICK QUI PER LA CLASSIFICA

Un buon round3d all'attivo lo avevo (quello di Bevagna) e non potevo farmi gli affari miei?
La gara non mi è piaciuta, il 75% dei tiri erano all'aperto (e le nostre facce abbronzate lo dimostrano) fuori dalla mia zona di caccia preferita che sono boschi e antri scuri, per cui mi sono annoiato, la concentrazione non c'era quindi ho totalizzato un sforzato 129.
61 punti la prima manche e 69 la seconda, niente sbalzi fra le due, a certificare il mio encefalogramma piatto a livello di emozione di questa gara. Per carità, le gare fiarc sono divertenti non solo per il percorso di cui quel 25% di tiri è stato anche bello, inoltre il resto di ciò che compone una gara fiarc è stato grande come sempre(buone/i compagne/i di squadra, risate e momenti riflessivi e le sensazioni che si possono provare solo camminando nella Natura con arco e frecce). Infondo era un bel posto (vedi foto), e la giornata fantastica, ma proprio per questo potevano starci tiri molto meno noiosi. Non nego comunque che ci sarà stato chi ha apprezzato il percorso al 100% (sicuramente i compound) ma non è stato il nostro caso, nè di diversi altri arcieri che ho sentito.
Anche il Vicaretti conferma la mia tesi: alla prima chiude con più di cento e alla seconda cola a picco e non riesce ad arrivare nemmeno alla metà della prima.
Il cucciolo invece incassa bene il tedioso percorso e riporta a casa l'ennesimo primo piazzamento. Bravo Federico!
A voi classifica & photos...




Ecco le foto (clickare per vedere)

che tiro!



zitt zitt, ca mo i'acchiapp



Peppe al rilascio


Federico al rilascio


Uno dei rarissimi tiri "imboscati" di questa gara. Bellissimo


-------------


30/04/06 Tracciato dalla 12FALC, Santa Severa (Rm)
Sesta gara del Campionato 2006CLICK QUI PER LA CLASSIFICA
Bellissima gara.
Il campo era su una collina dei Monti della Tolfa, a pochi chilometri dal Mar Tirreno. Beltempo, ottime piazzole (la compagnia organizzatrice ha dosato bene ogni situazione di tiro, imboscati, all'aperto, lunghi, corti, in salita o in discesa e in questa occasione anche "vista mare") e ottima squadra, composta dal sottoscritto, dal Vicaretti, da Andrea (il nostro nuovo socio di Atri che non può fare ancora gare, ma ci ha accompagnati volentieri), da due arcieri della 11Meva di Bevagna (Fo), Monia e Moreno e da Roberto, un simpaticissimo arciere della compagnia organizzatrice. Insomma eravamo una completa rappresentanza dell'Italia centrale, "coast to coast" e abbiamo trascorso la gara ridendo e scherzando, allentando, forse anche troppo, la tensione con battute in umbro, romanesco, atrese e celanese.
I punteggi: io puntavo a superare i 200 dell'ultimo tracciato da Papetto, ma "mi sono mantenuto" (anche perché la concentrazione non è stata sempre al massimo, con le risate che ci siamo fatti...). Il nostro Peppone conferma che a lui i tracciati proprio non piacciono ma si dice comunque soddisfatto. Effettivamente il bello di una gara va ben oltre il punteggio e in gare come questa ti accorgi che, come sempre in fiarc, "conarcoefrecceperboschi", se ci prendi è meglio ma non è IL meglio. IL MEGLIO E' ESSERCI!
Ecco le foto (clickare per vedere)

il sottoscritto in uno dei bellissimi e tecnici "tiri imboscati"


e l'ho anche azzeccato!


ecco un bel tiro LUNGO , IN GINOCCHIO e ... vista mare!




ecco anche Pepe al tiro lungo...



ma solo il sottoscritto ci è riuscito al primo colpo! (la freccina bianca è mia) PS: anche l'arco appeso alle corna è mio... PPS: come si può vedere, visto che Pepe a questo tiro ha colpito solo aria, mentre io segnavo i punti mi si è fregato il panino


----------------------------

01/10/2006 TRACCIATO dalla 12JANO - - Rignano Flaminio
Settima gara del Campionato 2006
La settima gara alla quale abbiamo partecipato, del campionato Fiarc Centro Italia 2006, è stata organizzata dalla comp 12JANO a Rignano Flaminio, in un magnifico percorso nel grande campo della compagnia, con bellissimi boschi di noci e grandi querce secolari, attraversati da un fiume che in alcuni punti ha creato incantevoli "sculture" nella roccia argillosa. I tiri sono stati degni del posto. Questo è un ulteriore motivo per riconoscere alla compagnia il merito di aver creato e di curare un così bel percorso di arcieria campestre. C'era l'ottima dose di tiri all'aperto e "imboscati" (e anche i difficili tiri dal bosco verso l'esterno e viceversa). Un'ulteriore elogio al posizionamento dei tiri lo faccio anche personalmente visto che le frecce che non mi sono andate a bersaglio non si sono né rotte, né perse. La gara si è svolta senza altri problemi di sorta, grazie anche alla sua buona gestione da parte dei capicaccia (un saluto al nostro grande amico Corrado, capocaccia della 12ROMA, C.C. di questo tracciato).

Infine questo tracciato ha fatto benissimo al cucciolo che col suo ricurvo (nonostante la sua nuova passione per il longbow) ha conquistato nuovamente il primo posto con 328 pts. E non ha fatto bene solo al cucciolo. Il sottoscritto con 218 punti ha superato di molto il punteggio del suo ultimo tracciato (188 pts). E supero anche il mio "miglior risultato", quello del 12 febbraio a Palestrina (200pts). Pepe, che per questa gara è tornato al suo primo amore, l'arco longbow, realizzando 200pts, un punteggio mai ottenuto, nemmeno col ricurvo, ha dimostrato che il longbow è il suo arco (l'ho sempre detto...)

Insomma, come sempre, bella domenica conarcoefrecceneiboschi!

In questa gara avevamo dimenticato la macchina fotografica...

CLICK QUI PER LA CLASSIFICA relativa alle categorie della 13MARS


--------------------------

15/10/06 Battuta dalla 11MEVA, Bevagna (Pg)... ...le meraviglie dell'Umbria - Parte II
Ottava gara per la 13MARS nel Campionato Fiarc centro Italia 2006
L'Umbria e Bevagna hanno qualcosa di magico...

Abbiamo aspettato con ansia la gara di Bevagna... e non ci ha deluso...
Il Campo della Compagnia "Arcatores de Mevania" - 11MEVA a Bevagna (Fg), in cui abbiam fatto già le due più belle gare e che ho già elogiato a Marzo scorso, è già, sicuramente, quello più bello finora visto. Tanto siamo stati contenti di andarci che abbiamo deciso di partire sabato pomeriggio con l'intenzione di dormire proprio nell'agriturismo "Pian di Boccio", all'interno del quale si trova l'incantevole bosco della gara. Sapevamo che questo evento sarebbe stato "affollato", tanto che ci siamo iscritti alla gara due settimane prima e, telefonando per prenotare all'agriturismo, ci dissero che erano quasi al completo e siamo riusciti per un pelo a prenotare il pernottamento per i quattro arcieri della 13MARS iscritti alla gara(io, Peppe, i due Federico (il cucciolo e il "Romano") più un accompagnatore (l'incontenibile Edoardo Stornelli, sedicenne appassionato dell'arcieria campestre in particolare con l'arco storico e fratello maggiore del nostro cucciolo Federico).
Così sabato pomeriggio siamo partiti: un land rover carico di archi e allegri arcieri dei boschi, diretto verso le verdi terre umbre, ha percorso la "via dei boschi appenninici". Passando per la via cicolana e la valle del salto abbiamo poi continuato per Marmore e Terni per poi prendere la E45, con le sue splendide vedute di questo gioiello di regione. Arrivammo a ora di cena all'agriturismo "Pian di Boccio". Da lì siamo andati a cenare appena fuori le mura di Bevagna: mi è dispiaciuto non avere il tempo di ammirare quanto dovuto questa cittadella, rimasta identica a come poteva essere nel 1200, modello perfetto di un'ottima conservazione e valorizzazione del patrimonio storico. La cena, organizzata naturalmente dalla compagnia 11MEVA, è stata occasione di un primo incontro fra i tanti arcieri accorsi come noi con un giorno d'anticipo per la Battuta. E proprio arrivati fuori il ristorante mi sono goduto, con un pizzico di orgoglio personale, la contentezza dei vari arcieri nel rivedere il nostro Federico Paoli, che come sappiamo è un'arciere re-iscritto, con alle spalle tante gare e "forniture" di pellame per arcieri. Sapevamo già che la gara aveva fatto il pienone: oltre 160 arcieri, venuti dalle varie compagnie di Lazio, Campania, Marche, Umbria, Toscana, Repubblica di San Marino e naturalmente Abruzzo, degnamente rappresentato da NU! Con un miscuglio tale la serata non poteva che essere scoppiettante. Ottimo il menù tipicamente e gustosamente umbro accompagnato da tanta, sana, "casciara", tipica delle adunate degli arcieri dei boschi. Tornati all'agriturismo ci siamo sistemati nel nostro appartamentino immerso nella pineta e fra "russamenti" e altri suoni non ben definiti, stanchi per il troppo ridere, abbiamo infine preso sonno. Alle sette e mezza eravamo tutti pressoché svegli e sicuramente riposati e dopo una veloce e leggera colazione abbiamo risposto all'appello delle piazzole e ogni squadra si è recata alle proprie. Giuseppe con Edoardo alla piazzola 3, il sottoscritto con il cucciolo alla 22 e il Paoli alla piazzola 21 immediatamente prima della nostra, a "tallonarci" per tutta la gara. I tiri sono stati naturalmente divertentissimi, anche perché la Battuta é una gara piena di "branchi" (piazzole dove si tira a più prede), bersagli mobili e tiri a tempo. Il bosco dell'agriturismo, con il suo torrente permette un'ottima disposizione dei tiri, tanto che, ove il torrente si allarga a formare un piccolo laghetto ci sono state due piazzole con tiro "da una riva all'altra": una dalla riva bassa a quella alta in cui abbiamo tirato a tre cervi; nell'altra dalla riva alta abbiamo tirato a due coccodrilli che "puntavano" un cerbiatto. C'é stato anche uno dei mobili in cui abbiamo tirato da un'altana di legno e il resto dei tiri non è stato mai deludente. Più che dovuti gli stameritati ennesimi complimenti alla 11MEVA per la gara e naturalmente anche per gli immancabili ristori durante il percorso che hanno rifocillato squisitamente ed abbondantemente l'armata di arcieri affamati. Complimenti al nostro cucciolo che con questa gara si piazza definitivamente al primo posto nella classifica del centro-italia. Complimenti a Federico Paoli che pur non comparendo nelle classifiche da due anni, in questa gara ha riconquistato subito un'ottima posizione. Complimenti anche al Peppone che, nonsotante asserisca di aver avuto "problemi tecnici" ( mio parere inesistenti e sicuramente ininfluenti) è riuscito a piazzarsi bene. Naturalmente complimenti anche al sottoscritto che umilmente, zitto zitto ha fatto la miglior gara della sua vita con il miglior piazzamento dei trenta longbows: l'Umbria e/o Bevagna devono avere qualcosa di magico per me. A fine gara eravamo sfiniti e soddisfatti, come sempre a prescindere dal risultato e come sempre quando si tira a Bevagna.

CLICK QUI PER LE FOTO


CLICK QUI PER LA CLASSIFICA

 
Torna indietro
Sito Online di Euweb